Avete riposto correttamente la vostra barca per la stagione invernale?

Finita la stagione, non avendo un proseguo di utilizzo, il consiglio migliore è quello di rimessare la vostra imbarcazione a terra.
Di seguito vi consigliamo le varie operazioni da eseguire per una corretta manutenzione invernale.


ESTERNO

  • Alaggio dell’imbarcazione.
  • Lavaggio della carena con idropulitrice per rimuovere alghe, molluschi, denti di cane.
  • Taccaggio (composto da cavalletti in ferrotubi componibili con possibilità di poter cinghiare l’imbarcazione stessa all’invasatura realizzata. Questo comporta la messa in sicurezza su eventuali eventi alluvionali considerando che siamo sul fiume).
  • Lavaggio esterno di tutta l’imbarcazione compreso tendalini e cuscineria. Quest’ultima una volta asciugata sarebbe opportuno ricoverarla in un ambiente asciutto e coperto per evitare la formazione di muffe.
  • COPERTURA: Per evitare elementi usuranti come vento, acqua, ghiaccio, salsedine , sabbia è sicuramente importante coprirla correttamente . E’ fondamentale evitare che il telo faccia “pancia” in quanto l’acqua piovana deve poter scorrere fuori ed evitare aperture attraverso cui il vento possa gonfiarlo fino a lacerarlo.
    Una buona scelta pratica ed efficace è quella di utilizzare un telo termoretraibile che garantisce un’ottima impermeabilità e stabilità. Tramite l’utilizzo di una termopistola il telo viene fatto aderire alla superficie dell’imbarcazione, ottenendo così una copertura totale della barca. Per agevolare l’ingresso viene dotata di un’apertura richiudibile con cerniera.

INTERNO

Una delle problematiche più comuni da preservare all’interno dell’imbarcazione è l’umidità, o meglio la condensa che è causa di muffe.
Alcuni accorgimenti da effettuare sono:

  • Asportare indumenti, tendaggi, cuscini in tessuto.
  • Pulire, sgrassare tutte le superfici da eventuali residui organici.
  • Pulire il frigo e tenerlo aperto.
  • Controllare ed eventualmente asciugare le sentine.
  • Aprire sportelli, cassetti, gavoni in modo da farli arieggiare.
  • Chiudere oblò e porta d’ingresso.
  • Posizionare sali igroscopici negli ambienti principali per contenere l’umidità dell’aria.
  • Cautelativamente mettere antigelo nei sifoni dei lavandini e nei wc.
  • E’ ottima cosa far areare gli interni nelle giornate secche e di bel tempo e, se necessario, sostituire i Sali igroscopici.


SERBATOIO CARBURANTE
Controllare che non ci sia acqua o impurità nel serbatoio.
Riempire completamente il serbatoio di gasolio per evitare condensa che successivamente potrebbe provocare la proliferazione di alghe. Al contrario svuotare il serbatoio della benzina (così non perderà le sue proprietà).


MOTORE
Per tutti i motori è consigliato effettuare il tagliando prima del fermo invernale. In questo modo, oltre al cambio di filtri e olio, sarà verificato lo stato degli anodi.
Effettuare il risciacquo del circuito di raffreddamento con acqua dolce ed antigelo preservando il motore da eventuali gelate.

PULIZIA SENTINE (APPARATO MOTORE)
Verificare ed eventualmente aspirare con aspira liquidi i residui di acqua. In caso di impurità utilizzare detergenti specifici avendo cura di raccogliere il liquido residuo e smaltirlo correttamente.


PRESE A MARE
Controllare e lubrificare chiusure/apertura delle valvole e condizioni delle fascette.


ANCORA E CATENA
Sbarcare ancora e catena, sciacquare abbondantemente con acqua dolce, pulire il gavone.
Verificare lo stato delle giunzioni con falsamaglia (se ci sono).
Controllare ad all’occorrenza riverniciare le tacche di misurazione.
Reimbarcare il tutto.


CIRCUITO ACQUA DOLCE
Svuotare completamente il serbatoio dell’acqua dolce e pulirlo se possibile.


BATTERIE
Staccare le batterie in caso di lunghe soste è buona regola.
Per le imbarcazioni dotate di caricabatteria elettronica è opportuno ricaricarle almeno una volta al mese.
Nel caso di batterie tradizionali verificare il livello dell’acido ed all’occorrenza aggiungere acqua distillata.
Controllare che non ci sia ossido nei poli delle batterie.


ELETTRONICA
Dove possibile smontare gli apparati elettronici e riporli in un luogo asciutto e caldo. Applicare antiossidante sui contatti.


PULIZIA TEAK
Per non rovinare questo prezioso materiale è necessario seguire attentamente alcune regole: utilizzare acqua dolce, spazzola morbida e prodotti specifici come quelli della linea Teak Wonder.


ACCIAIERIA
L’Acciaio è sicuramente un materiale resistente, ma come tutti gli altri accessori necessita di manutenzione.
Per rimuovere la ruggine si possono utilizzare dei panni abrasivi accompagnati da prodotti lucidanti specifici. Consigliamo il Radiant della linea ZEP.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *